Tiro a Segno Nazionale - Sezione di Pontedera
Attività Istituzionale

Le sezioni del Tiro a Segno Nazionale, in quanto affiliate all’UITS (Unione Italiana Tiro a Segno), hanno competenza specifica sul rilascio delle attestazioni di idoneità al maneggio delle armi da fuoco necessarie per il conseguimento dei vari tipi di porto d’armi previsti dalla legge italiana. In altri termini, il comune cittadino che voglia ottenere un porto d’armi a qualsiasi titolo, deve procurarsi l’opportuna certificazione medica e deve poi recarsi presso la sezione del TSN più vicina al proprio domicilio per seguire un breve, ma intenso corso di tiro. Le lezioni devono innanzitutto istruire l’allievo su come si maneggia correttamente un’arma da fuoco (corta o lunga, a seconda dei casi), senza cioè mettere in pericolo l’incolumità propria e altrui. Operazioni di caricamento e scaricamento, gestione in sicurezza dell’arma in ogni momento, posizioni corrette di impugnatura e di tiro a una e due mani, manovre in caso di malfunzionamento o inceppamento, procedure di mira sul bersaglio e di azione del grilletto di sparo e molto altro ancora.

Nella prova finale, ovviamente, l’allievo deve anche dimostrare di saper controllare l’arma e inviare la maggior parte dei colpi in una zona ampia, ma centrale, del bersaglio. Si tratta di un risultato alla portata, fin dal primo tentativo, della maggior parte di coloro che avranno seguito con attenzione le direttive dell’istruttore. Un’altra importante attività istituzionale svolta dalle sezioni del TSN è quella del rinnovo annuale dell’attestato che i civili svolgenti servizio armato (agenti di polizia municipale, guardie venatorie, guardie giurate e simili) devono esibire al Questore per documentare l’avvenuto svolgimento di un congruo numero di esercitazioni di tiro, come previsto dalla normativa vigente.

La Sezione di Pontedera del TSN è inoltre, per dovere istituzionale, sempre disponibile ad ospitare esercitazioni di tiro anche da parte di appartenenti a corpi di Pubblica Sicurezza e Militari, laddove le Autorità competenti ne ravvisino la necessità o l’opportunità. Nei limiti del possibile, la nostra Sezione compie ogni sforzo per evitare il sovrapporsi delle esercitazioni di tiro istituzionale alle attività sportive.